uu.seUppsala University Publications
Change search
ReferencesLink to record
Permanent link

Direct link
Parola. Le marche d’uso in un nuovo dizionario italiano-svedese in rete
Uppsala University, Disciplinary Domain of Humanities and Social Sciences, Faculty of Languages, Department of Modern Languages, Romance Languages.ORCID iD: 0000-0001-7488-8469
Stockholms Universitet.
2014 (Italian)Conference paper, Abstract (Refereed)
Abstract [it]

Il progetto PAROLA ha lo scopo di creare un nuovo dizionario italiano-svedese in rete, adatto alle necessità degli apprendenti di italiano come L2. Il dizionario viene realizzato in formato Mediawiki (quello di Wikipedia) che offre numerosi vantaggi come facilità d’uso e possibilità di coinvolgere numerosi collaboratori.Questo intervento presenta i principi lessicografici del progetto PAROLA e in particolare l’utilità delle marche d’uso in un dizionario bilingue. La ricerca acquisizionale ha dimostrato l’importanza della frequenza per l’apprendimento del lessico, e per questa ragione la selezione dei lemmi nel progetto si basa sul Vocabolario di base (VdB) di Tullio De Mauro che comprende circa 7000 parole. Il primo passo riguarda l’elaborazione dei 2000 lemmi del lessico fondamentale (De Mauro 1989). Secondo Bo Svensén, un dizionario monolingue può servire come il punto di partenza nella ricerca degli equivalenti per un dizionario L2->L1 (cioè, italiano-svedese nel nostro caso), ma la struttura del lemma nel dizionario dovrebbe adeguarsi alle particolarità della L1 (2004:338). P.es. se un lemma ha due significati in ambedue lingue non occorre sempre suddividere il significato in due, ma conviene mergere l’informazione lessicografica. Per esempio il lemma "descrivere" ha due significati diversi nei dizionari monolingui, sia in italiano che in svedese e potrebbe dunque essere rappresentato con un’unica traduzione con degli esempi che rivelano i diversi significati. Tuttavia, il secondo significato estensivo di descrivere “riferito a corpi in movimento, tracciare una linea: la Terra descrive un’orbita ellittica attorno al Sole” (Sabatini Coletti) avrebbe un equivalente più generico in svedese, p.es. il verbo göra (fare). In questo tipo di casi le marche d’uso possono essere utili in due modi: indicando al lessicografo l’uso di un certo significato, e con ciò la sua rilevanza per un dizionario bilingue e segnalando all’utente quale significato del lemma è più tipico o comune. Saranno discusse le varie soluzioni a questo tipo di problemi.

De Mauro, T. 1989 [1980]. Guida all’uso delle parole. Parlare e scrivere semplice e preciso per capire e farsi capire. Roma: Editori Riuniti.

Sabatini, F. & Coletti, V. Dizionario della Lingua italiana. http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/

Svensén, B. 2004 [1987]. Handbok i lexikografi. Ordböcker och ordboksarbete i teori och praktik. Stockholm: Norstedts Akademiska Förlag.

Place, publisher, year, edition, pages
2014.
Keyword [it]
lessicografia, marche d'uso, De Mauro, dizionario bilingue
National Category
Humanities
Research subject
Romance Languages
Identifiers
URN: urn:nbn:se:uu:diva-301178OAI: oai:DiVA.org:uu-301178DiVA: diva2:953868
Conference
XIXème Congrès des romanistes scandinaves, Rom14
Projects
TED - The Extendible Dictionary - Parola
Available from: 2016-08-19 Created: 2016-08-18 Last updated: 2016-08-19

Open Access in DiVA

No full text

Search in DiVA

By author/editor
Tchehoff, Igor
By organisation
Romance Languages
Humanities

Search outside of DiVA

GoogleGoogle Scholar
The number of downloads is the sum of all downloads of full texts. It may include eg previous versions that are now no longer available

Total: 30 hits
ReferencesLink to record
Permanent link

Direct link